Omaggio a Georges Seurat

L’installazione indaga sulla percezione cromatica tradotta in linguaggio digitale. Ogni pixel di colore viene tradotto in una stringa esadecimale.

I codici si aggiornano in tempo reale in base all’immagine catturata dalla webcam e sono riflessi su sei lastre di vetro, permettendo di visualizzare la realtà interpretata dal computer.

L’installazione è un omaggio a Georges Seurat, il padre del puntinismo, che suddividendo l’immagine in porzioni di colore, ha anticipando il funzionamento del monitor.

Questo progetto è lo sviluppo dinamico di uno studio di Mauro Ferrario e Federico Caporal, iniziato nel 2007, che unisce tre livelli di realtà percepita: quella oggettiva, quella sensoriale di Seurat e quella codificata dal linguaggio macchina.

Omaggio a Georges Seurat - Fronte - Foto di Federico Caporal

Omaggio a Georges Seurat - Dettaglio - Foto di Federico Caporal

Omaggio a Georges Seurat - Fronte con Quadro - Foto di Federico Caporal

Omaggio a Georges Seurat - Diagonale con Quadro - Foto di Federico Caporal

Omaggio a Georges Seurat - Monolite - Foto di Federico Caporal

Omaggio a Georges Seurat - Fronte con quadro grande - Foto di Federico Caporal

Credits

  • Project by Federico Caporal and Mauro Ferrario
  • Shooting by Federico Caporal
  • Software by Mauro Ferrario

Pubblicato il 08 giugno 2015
Tag: seurat, installazione, digitale, pixel, installations